Come-auto-motivarsi-ad-agire2

Come auto motivarsi ad agire senza sforzo

Come auto motivarsi ad agire: se il tuo problema è quello di non riuscire a portare a termine quello che devi fare allora ecco

Come auto motivarsi ad agire

Se stili una lista di cose da fare o azioni da intraprendere, scoprirai che ne emergerà un contrasto, ossia: ci saranno cose che fai quotidianamente come routine che ti piacciano o meno, cose che dovresti fare ma continui a rimandare e non fare e cose che desideri fare e che guarda caso porti a termine in modo rapido e veloce.

Se prendi in esame la lista delle cose che dovresti fare, scoprirai che al solo pensiero di dover agire riguardo una singola azione, si produce nel tuo plesso solare una strana sensazione sgradevole.

Al contrario: tale sensazione cambia quando ti focalizzi sull’idea di una azione che ti piace fare. La micro sensazione che si produce ha a che fara con l’auto de-motivazione ad agire e l’auto ri-motivazione.

Come auto motivarci ad agire: che cos’è la motivazione?

La motivazione non è niente altro che un motivo che giustifica una azione, ma anche un motivo che induce a un’azione che dovrebbe essere compiuta, ma che verso la quale si tende a provare un senso di rifiuto emotivo nel compierla.

Quando ci si motiva ad intraprendere un ‘azione, si crea semplicemente un contesto mentale supportato da una serie di idee razionali che dovrebbero spronarci ad agire.

Sentirai spesso parlare di corsi, tecniche o strategie di motivazione che prendono le sembianze di stimoli eccitatori o propulsivi per farti venire voglia di fare quello che non stai facendo.

Il punto è che se non stai facendo, in realtà è perchè senza rendertene conto sei diventato bravo ad usare strategie auto-de-motivanti.

De motivarsi a fare qualcosa può anch’essa essere una risorsa al pari del auto motivarsi a fare ciò di cui si è motivati a fare.

Ad esempio: potresti de-motivarti a mangiare un certo cibo verso il quale ti senti molto motivato, potresti de- motivarti a raggiungere un luogo verso il quale ti senti attratto, ma sai che dovresti usare quel tempo per fare altro.

Auto motivarsi e de motivarsi quindi, possiamo definirle come due leve o strumenti facenti parte della stessa matrice.

Cosi come non esiste la depressione ma il nostro auto deprimerci, la paura ma l’auto spaventarci o la noia ma l’auto annoiarsi come processi mentali che compiamo consciamente o inconsciamente, potremmo avere schemi abitudinali che riguardano l’auto motivarci e l’auto de-motivarci a fare qualcosa.

Come auto motivarsi ad agire: ma come si fa ad auto motivarci o auto demotivarci a fare qualcosa in modo consapevole?

Il realtà visto che la motivazione o la demotivazione non sono altro che dei moventi emozionali che ci spingono ad agire o al non agire, tali moventi possono essere maneggiati o addirittura costruiti attraverso l’uso di atti mentali.

Come ci insegna la pnl, i pensieri che si compongono di immagini, hanno la prerogativa non solo di essere legati alle nostre emozioni, ma soprattutto di poter variare tali emozioni.

In altri termini: quando pensiamo, mettiamo in funzione una serie di azioni mentali chiamati anche atti di pensiero.

Ad esempio: visualizzare l’immagine di un gatto è un atto di pensiero, immaginare di accarezzare il pelo del gatto è un altro atto di pensiero in questo caso potremmo definirla come immagine cenestesica, l’ascoltare il miagolare del gatto un altro atto ancora di pensiero o immagine auditiva che creiamo denro la nosta scatola celebrale.

Questi atti di pensiero, possono essere messi insieme attraverso determinate combinazioni ed ogni singola combinazione è in grado di dare luogo alla formazione di una micro-sensazione emozionale, che può essere percepita come sgradevole o piacevole.

Lo stesso avviene quando ti focalizzi sull’idea di dover fare qualcosa di sgradito, ma che sai di dover fare, come ad esempio le pulizie di casa.

Se tendi a rimandare di fare le pulizie di casa è perchè hai uno schema che si attiva in modo automatico che fa emergere la de motivazione nel’eseguire tale compito.

Tu pensi a quel compito e subito senti il fastidio, quel fastidio non è altro che una micro emozione che scaturisce da una serie di azioni mentali che tu compi in modo velocissimo.

Scopri questa sequenza veloce di immagini che avviene dentro di te e potrai alterarla volutamente.

Alterale e si produrrà una emozione diversa nel tuo plesso solare.

Adesso avverti questa nuova sensazione piacevole ed eccitante e avrai la facoltà del potere, ossia: fare piacevolmente quello che prima ti risultava spiacevole.

Eestendi questa capacità in altre aree e avrai cambiato la tua vita intera.

Iloslifestyle

the-tao-of-badass-italia

Amazing Content

Comments are closed.